NOVITÀ
MEMORIE E ARTICOLI

Per una scienza del pensiero. Programma Simposio 2022/23

Scienza del pensiero  Concezione giuridica dell’amore  Fede

Introduzione

“La libertà di pensiero ce l’abbiamo. Adesso ci vorrebbe il pensiero” scriveva il viennese Karl Kraus, scrittore, giornalista, aforista, umorista, saggista contemporaneo di Freud e di cui Freud apprezzava i motti di spirito.

E Freud, ormai esule a Londra dopo l’invasione nazista dell’Austria, “nella certezza che ora sarei stato perseguitato non solo per il mio modo di pensare ma anche per la mia ‘razza’ ”, scriveva in uno dei suoi ultimi testi: “Ho trovato la più amichevole accoglienza nella bella, libera, magnanima Inghilterra. Qui vivo ora ma come ospite ben accetto, traendo un sospiro di sollievo perché mi è stato tolto di dosso quel peso e perché posso nuovamente parlare e scrivere – quasi dicevo pensare – come voglio e devo”. … (segue)

Maria D. Contri

Concetti

C’è una scienza del pensiero. È la scienza inaugurata da Freud che egli definisce “psicologia puramente e semplicemente, certo non la psicologia per intero, ma la sua struttura di fondo, forse il suo fondamento”.

Ad eccezione di J. Lacan, nessuno psicoanalista prima di Giacomo B. Contri raccoglie la questione freudiana del fondamento, o questione laica.

Diversamente da Lacan che manca il progetto freudiano, Contri lo assume. Tra gli anni ’70 e ’80 l’accostamento Freud-Kelsen gli si impone e risulta determinante per quella psicologia che non esisteva ancora: il “fondamento” della scienza avviata da Freud è laico perché di ordine giuridico: ogni atto individuale è di competenza del singolo perché imputabile … (segue)

Raffaella Colombo

APRI PDF

Download File

File Dimensione del file
jpg SIMPOSIO 2022/2023 93 KB

Informiamo i Soci della Società amici del pensiero
che desiderano accedere al sito Opera Omnia di Giacomo B. Contri,
che ora sul sito è possibile creare un account personalizzato.