NOVITÀ
Home > Pubblicazioni > Sic Edizioni

Sic Edizioni

Ordine contrordine disordine. La ragione dopo Freud

All’ “opposizione” rispetto a una “maggioranza compatta” Freud raccoglie il testimone della fiducia illuministica nella ragione come facoltà di pensare, come facoltà legislatrice superiorem non recognoscens, e ne ricostruisce l’accadere come introduzione nella natura di un’entità autonoma da qualsivoglia principio di causalità o di comando. “Il sonno della ragione genera mostri”, diceva nel ‘700 Francisco Goya. Ma non è la ragione in quanto tale – dice Freud – a essere distruttiva, ma la ragione in quanto concepisce, come soluzione, la propria autodistruzione. ...

Leggi tutto »

Il mondo come psicopatologia. Le derive della melanconia

Il volume raccoglie i frutti di un lavoro trentennale intrapreso da Giacomo B. Contri, cui altri nel corso del tempo si sono uniti con profitto. I capitoli sono, per la maggior parte, rielaborazioni di interventi pronunciati nel corso dei lavori annuali della Società di pensiero fondata da G.B. Contri nel 1983, le cui denominazioni si sono susseguite e perfezionate nel corso degli anni: Il Lavoro Psicoanalitico, Studium Cartello e l'attuale Società Amici del Pensiero "Sigmund Freud". La psicopatologia si presenta nell'esperienza quotidiana come una deviazione dalla costituzione della relazione tra un soggetto e i suoi altri. È una costituzione inizialmente fondata sul lavoro di beneficio per mezzo di un partner. ...

Leggi tutto »

Laboratorio Filosofico di Freud

L'idea guida di questo lavoro consiste in una asserzione che implica un passaggio: non si tratta più di Freud da una parte e della Filosofia dall'altra, ma di Freud filosofo. Tutto Freud è filosofia. La constatazione di Freud filosofo ha prodotto la costruzione di un repertorio del suo Laboratorio filosofico nella forma di un lemmario che qui viene presentato attraverso testi accuratamente raccolti dalle Opere e dalle Lettere di Freud, documenti che svelano in maniera brillante i movimenti del suo pensiero, come pure le incertezze o gli aut aut. ...

Leggi tutto »

Una logica chiamata uomo. Uomo versus narcisismo

La proposta di connettere Logica e Narcisismo, contenuta nel titolo di questo volume, comporta che la Logica scenda dagli scaffali polverosi della filosofia per ritrovarsi compromessa con le forme tragiche della psicopatologia. Anche la malattia mentale esce dalle strettoie della clinica e della diagnostica per ritrovare la sua sede nel soggetto mal-pensante. Il fatto è che si può pensare bene o male, in modo corretto o scorretto, orientato o disorientato. Tutti i capitoli del volume sono lavori di ricerca e rielaborazione dei concetti freudiani, messi in certo senso alla prova da contenuti non immediatamente inerenti l'ambito clinico. Essi rintracciano le figure della psicopatologia del narcisismo tra le pieghe della cultura e della letteratura, oltre che della casistica. ...

Leggi tutto »

Think! Dodici anni di giornalismo freudiano. L'ordine giuridico del linguaggio 2006-2013

Think! dà seguito incessante, ossia quotidiano, alla vita psichica come vita giuridica, dichiarata nella sua forma generale come ordine giuridico del linguaggio. Tale ordine giuridico riabilita la parola "normalità", strappandola all’inganno parascientifico che la riduce alla statistica. Tale ordine prende le mosse dall’aver rinnovato il lessico freudiano, attivandone i concetti. ...

Leggi tutto »

Marianna. Isteria, lussuria senza lusso

Sic Edizioni riedita in questo volume la "Storia ragionata di straordinaria malattia che dura da ventott'anni", dettagliato resoconto del trattamento medico di un caso di isteria prima di Freud. Il testo originale, pubblicato nel 1834 dal dottor Carlo Cavalli, mostra la competenza della scienza medica del Settecento: tanto accurata nella registrazione dei sintomi quanto impotente nella cura dell'isteria. Freud, fin dai suoi "Studi", pubblicati con Breuer nel 1895, seppe riconoscere nella caparbietà di donne come Marianna un preciso pensiero difensivo. Di questo pensiero la psicoanalisi si prende cura. ...

Leggi tutto »

A chi non ha sarà tolto. Economia e psicopatologia

Il presente volume, che inaugura una nuova collana di e-books di Sic Edizioni online (www.sicedizioni.it), raccoglie un’ampia serie di testi, alcuni dei quali sono inediti, tratti dai Corsi e Seminari di Studium Cartello (www.studiumcartello.it), mentre altri sono tratti da libri editi da Sic Edizioni dalla metà degli anni ’90 fino allo scorso anno. La maggior parte è firmata da Giacomo B. Contri (www.giacomocontri.it); altri sono contributi di Colleghi psicoanalisti Soci della Società Amici del Pensiero “Sigmund Freud”(www.societaamicidelpensiero.com). L’occasione di questa raccolta è stata la sequenza di spazi pubblicitari apparsi tra ottobre e dicembre 2010 sulla prima pagina de Il Sole24ore. ...

Leggi tutto »

Statuto della società amici del pensiero Sigmund Freud

Non mi consta che esista al mondo un tale atto, atto di redazione. Potrebbe non avere successo, ma considero già un successo un tale atto. Quale rilievo ha assunto questa parola “redazione”! Il presente Statuto abolisce lo sdoppiamento ancora presente nello Statuto dello Studium Cartello costituito il 1994: esso era preceduto da un Preambolo che votava sì l’Associazione allo sviluppo del pensiero di natura (con riferimento esplicito al libro omonimo), ma distaccato dello Statuto, generico o meglio qualunque. Le conseguenze di quello sdoppiamento si sono fatte sentire. Il presente Statuto è quello stesso Preambolo reso sviluppato come Statuto. ...

Leggi tutto »

Istituzioni del pensiero. Le due ragioni

Giacomo B. Contri, sulla scia di J. Lacan, conclude la sua ricerca sul tema della legge. La prima parte, "Manifesto in progress", è un'opera di bonifica con cui l'autore pone il lascito freudiano tra due solidi argini: la medicina e il diritto. I contributi di altri autori offrono una rassegna di ciò che in psicoanalisi va sotto il nome di "relazioni oggettuali", esempi della teoria fallica e della psicologia delle masse, approfondimenti di carattere economico o filosofico e una disamina dell'affermarsi della metafisica. L'alternativa tra le due ragioni viene evocata dall'immagine di copertina: una inedita bussola con due aghi. Uno è quello noto, necessario ai naviganti di ieri e di oggi. L'altro è il pensiero stesso allorché ritrova la via della guarigione. ...

Leggi tutto »

Pensare con Freud

A più mani, sono qui raccolti lavori per un uomo che abbia domani. Che uno abbia domani è il dato meno cer to a ogni latitudine, anche se la cosiddetta “speranza di vita” (?!?!) arrivasse a cent’anni. Il Corso dello scorso anno dello Studium Cartello era intitolato, con reminiscenza evangelica, La pietra scartata: per dire che, nella patologia psichica (o “spirituale”: è lo stesso concetto), il domani altro non è che il ripostiglio, il ricettacolo, la pattumiera di ciò che è scartato oggi, e già ieri. Quante volte ho citato la Rossella O’ Hara che dice: «Non voglio pensarci oggi, ci penserò domani», come l’esempio principe della rimozione. ...

Leggi tutto »

Mosè, Gesù, Freud

Questo libro raccoglie le relazioni tenute in un Convegno dedicato a “Mosè, Gesù, Freud”, in onore di Sigmund Freud nel centocinquantesimo dalla nascita. Con esso si intendeva dare inizio a un compito impossibile, tanto più se fosse affidato a Dotti della materia o in altri termini al discours universitaire individuato da J. Lacan. Lo svolgimento di un tale compito è invece affidato, e da sempre, ai saecula saeculorum e, senza aspettare tanto, al lavoro individuale del pensiero di ognuno, di cui è bene fidarsi più che dei saecula.

Leggi tutto »

Il pensiero di natura (III edizione)

Questa terza edizione di Il pensiero di natura consta di due parti: – la prima riproduce senza alcuna variazione la seconda edizione (1998), inclusi passaggi suscettibili di correzione o superati; – la seconda, intitolata Supplementi, integra la prima con quattro nuovi e recenti contributi: Comunità: legge del corpo (luglio 2005), Una logica chiamata «uomo» (ottobre 2005), Agli amici del pensiero (luglio 2006), Storia di un idiota (agosto 2006), apparso come “Presentazione” del sito www.giacomocontri.it. Tale “Presentazione” è suddivisa in sei parti successive: quella appena detta, Freudiano, Con J. Lacan, Con H. Kelsen, Eremita e operaio, Cristiano? ...

Leggi tutto »

Angoscia

Il lemma angoscia viene isolato dal filosofo danese Søren Kierkegaard verso la metà dell’Ottocento, come effetto – da cui è «affetto» il corpo – di un «difetto» specifico, e costitutivo, della costituzione umana. La ripresa del lemma nel testo che segue ha come riferimento critico le tesi elaborate, ne Il Pensiero di Natura. Dalla psicoanalisi al pensiero giuridico, da Giacomo B. Contri: all’opposizione rispetto all’idea, dominante per tradizione secolare, di un difetto costitutivo nella natura umana, vi si sostiene, con Freud, la tesi di una originaria facoltà legislativa – il pensiero –, come specifica della natura umana: ...

Leggi tutto »

L'ordine giuridico del linguaggio. Il primo diritto con Freud o la vita psichica come vita giuridica

Questo “Ordine giuridico del linguaggio” costituisce un nuovo inizio rispetto a quello che era già stato un nuovo inizio, “Il pensiero di natura”: ne è il proseguimento in estensione nella forma di un Primo diritto positivo come psicologia della vita quotidiana. Rifare la bocca al pensiero. Questa formula definisce altrettanto bene il lavoro dell’Enciclopedia del pensiero di natura – inclusiva della scienza della Psicopatologia –, e il lavoro psicoanalitico nella cura. È così che questo cura la psicopatologia, conoscendola. Anche più concisamente: questo ordine è l’abito di un corpo animato dal pensiero di natura. ...

Leggi tutto »

Aldilà. Il corpo

Dato il carattere testimoniale di questa raccolta, essa compare come collezione di testi non rivisti dagli Autori, di interventi che, in alcuni casi e in special modo nei dibattiti, hanno avuto il carattere di estrema provvisorietà o di anticipazione di idee che solo in seguito sarebbero state adeguatamente articolate e sviluppate, acquisendo formulazioni più compiute e definitive. Il lavoro che ho condotto è consistito puramente nella trasformazione in testo scritto dei vari contributi che sono nati, la più parte, come testo orale, mantenendomi il più possibile fedele all’esposizione dei singoli Autori e alle formulazioni da essi utilizzate ...

Leggi tutto »

L'esperienza giuridica. Istituzioni del pensiero laico

Questo volume, che continua l’opera di documentazione del lavoro promosso da Studium Cartello, fornisce un’ulteriore testimonianza delle tappe di elaborazione della sua attività di ricerca. Si tratta, in questo caso, della pubblicazione dei lavori avvenuti all’interno del Corso svoltosi nell’anno accademico 1996-1997 presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. In esso, alcune tesi - a partire da quella fondamentale che il soggetto è legislatore della propria esperienza e che dunque, secondo una formula sintetica, la vita psichica è vita giuridica - vengono messe a confronto con filosofi e giuristi appartenenti al mondo accademico e professionale, che su di esse sono intervenuti in una discussione serrata e ricca di spunti di riflessione. ...

Leggi tutto »

Libertà di Psicologia

Ci dedichiamo al primo compito e lavoro di Civiltà oggi: la libertà di psicologia. Da cui nel nostro secolo, e acceleratamente dall’ultimo dopoguerra a oggi, ci siamo allontanati. Enunciamone il principio, che meriterebbe di figurare tra i Principi della Costituzione, non solo dell’Italia ma anche di altri Paesi e degli stessi USA: La parola «Psicologia» in tutte le sue possibili accezioni e in tutti i suoi sviluppi pratici è in capo al singolo e a nessuna istanza sopraindividuale, politica scientifica o di altra natura. ...

Leggi tutto »

Honoré De Balzac. Il Libro Mistico.I Proscritti Louis Lambert. Sérephîta.Balzac con Swedenborg

Balzac sta con Swedenborg – ma ciò dice pochissimo ai moltissimi. Tuttavia proseguiamo. Anzi lo sviluppa in modo inatteso per la coscienza dello stesso Swedenborg: nel senso della perversione. Ci arriveremo: non una perversione empirica – le numerose, benché non più di tante, perversioni che Freud apprendeva dalla lista redatta da Krafft-Ebhing, Psychopathia sexualis –, bensì una ragione perversa, pratica ancorché pura. Questa edizione del Libro mistico di Balzac muove da due antecedenti, ambedue i quali prescindono da Balzac: uno meno recente (1963) ma sempre attuale, ...

Leggi tutto »

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" acconsenti al loro utilizzo.

Chiudi